Il settore degli apparecchi di intrattenimento si è “espanso” a macchia d’olio, il mercato risponde nonostante il periodo di crisi economico e sociale che stiamo vivendo, i giocatori ricorrono a questi giochi per “staccare” la spina dal quotidiano, i guadagni del settore sono in lieve ribasso ma stanno per essere rilasciate altre tre concessioni per il gioco pubblico ed in autunno vi sarà l’ingresso di nuove apparecchiature di intrattenimento. Queste tre nuove concessioni allargheranno la distribuzione delle VLT ed il mercato diverrà più competitivo oppure saturo? Quello che certamente emerge è che questo settore, nonostante la tassazione sia importante, continua a crescere e sempre più operatori credono in questa attività e nonostante tanti “paletti” messi dalle varie Amministrazioni chiedono licenze ed autorizzazioni per portare al pubblico “macchinette” sempre più sofisticate, ma sempre più a tutela del giocatore.
Il mercato del settore ha spazio ancora per crescere, a dire degli esperti, ma certo il suo procedere così “impavido” un poco spaventa perchè non si riesce a mettere in pratica un organismo reale di controllo e tutela sopratutto per i minori. Tanto è stato fatto a mezzo media ed “informazione diretta” sugli apparecchi e nei locali adibiti a sale da gioco, ma non è ancora sufficiente. Ora l’ingresso di questi tre nuovi concessionari creerà senza dubbio più concorrenza e richiederà un intervento celere per il controllo della localizzazione di queste nuove apparecchiature da intrattenimento sopratutto tenendo ben presente lo strato sociale: forse necessiterà una riorganizzazione dell’intero settore per “accordare” la sicurezza dei giocatori, la legalità e la trasparenza.

Comments are closed.

Post Navigation